23 agosto 2016 – il commento

RANIA LEST DI POTENZA E PREPOTENZA
Serata imperniata sulla ventesima edizione del Palio dei Comuni Pontini. Rania Lest si presentava in corsa come la cavalla più titolata del lotto, malgrado l’errore in batteria che l’aveva costretta al ripescaggio. Tuttavia il betting non era schiacciante come si potesse pensare, anzi alla chiusura delle ali la favorita Super Star Reaf con Gaspare Lo Verde. La monumentale sorella di Pascià Lest non tradiva le attese complice anche una rottura dell’avversaria nella fase di stacco (da registrare qualche lamentela del team di Superstar sulle modalità di partenza). Alessandro Gocciadoro una volta vista l’avversaria in errore decideva di rompere gli indugi e si presentava subito sulla temporanea battistrada per rilevare il comando. Rimaneva di fuori la compagna di allenamento Sonia affidata a Peppino Maisto visto che René Legati è stato impossibilitato a scendere al Garigliano a causa del lutto che ha colpito la sua famiglia. Rania come suo solito se la prendeva un po’ e quindi faceva lavorare di braccia il suo interprete. In ogni caso venivano fuori ottocento intermedi da 57.3. L’ultimo quarto era più lento in 29 complice la consueta tendenza della femmina di casa Gocciadoro a rallentarsi nella fase finale. Ci provava Oudry dei Veltri in retta di arrivo, ma il vantaggio era sufficiente ad assicurarle comunque il successo per la gioia degli abitanti del comune di Cervaro alla quarta vittoria nella manifestazione. Un rotondo 1.12 la media al km.

GIURIA AGLI STRAORDINARI PER IL TQQ
Altro appuntamento interessante della serata era quello relativo alla TQQ a una prova per soggetti di 5 e 6 anni di discreta categoria corsa a dir poco dallo svolgimento particolare con diverse rotture e tre cavalli Salvatore Amaesta, Scarlatti Luis e Seneca Grif che si staccavano lungo il percorso in lotta. Agli ultimi 300 metri Seneca Grif scattava dalla terza posizione e prendeva la meglio. La giuria dopo aver lungamente visionato il filmato dalle varie angolazioni possibili squalificava per ambio Scarlatti Luis e per rottura prolungata il favorito Slide Se Pada mandando poi in visione le sequenze incriminate sugli schermi dell’ippodromo.

AMITRANO AL DOPPIO, OPEN RILANCIA
Da registrare il doppio in serata di Gennaro Amitrano, un giovane driver che si sta comunque mettendo in buona evidenza. Oltre al successo in Tris, ha poi vinto anche un’altra corsa con Opinion Leader venendo via sull’ultima curva. Nell’altra prova di discreto livello tecnico della serata successo di Open in un percorso di testa che non vedevamo da tempo proporre da parte della figlia di Uronometro. francesco Tufano ha perfezionato uno scambio di posizione (in tempi leciti) con Romeo Gallucci (Siento) e poi si è imposto con una seconda parte di gara molto veloce in 57.2.

ROMEO GALLUCCI SI RIFÀ COL TANGO
Romeo Gallucci si è rifatto con Tango Bar impegnato da favorito su un doppio chilometro che lasciava forse qualche dubbio relativo alle doti di fondista del figlio di Ganymede. Nessun problema invece con una prima parte di gara tranquilla e gli ultimi ottocento metri ben distribuiti con due parziali identici da 28.5 che fanno 57 tondi tondi.
Da registrare infine la vittoria a quota inopinatamente alta di Uk Arabesque e Ciro Cicarelli nella prova riservata ai gentlemen; quella autoritaria di Urbs Par e Gaetano di Nardo e quella del fratello Antonio all’ultima con Oddworld impegnati nel gradito percorso di testa.

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.