presentazione 25 agosto 2016

La finale del tradizionale Torneo dell’Avvenire è l’appuntamento di spicco del convegno in programma al’ippodromo di Santi Cosma e Damiano: quest’anno è sicuramente un’edizione tristissima, il terremoto che ha devastato ancora una volta il nostro Bel Paese non può lasciarci indifferenti e qualsiasi avvenimento assume un valore secondario.


Programma Ufficiale


Passiamo comunque all’analisi delle corse con relativi consigli: nella prova d’apertura, Tedmar dovrebbe tener fede al ruolo di chiaro favorito, l’ultima prestazione è significativa e non ammette repliche. Intriga un po’ la presenza in prima fila di Tsunami Cup, soggetto difficoltoso ma potente, alla prima uscita con il training del team Minopoli, che avrà una gran voglia di mettere il bastone tra le ruote all’allievo di Di Nardo.

Riomagno Dr e Passione Car sembrano i principali pretendenti al successo della prima eliminatoria del torneo riservato alle “ giovani lame “, con leggera preferenza per il maschio che è piaciuto al rientro e può sfruttare il numero favorevole.

Giulia Deschi ha buone possibilità anche in sulky a Reda Lod e le toccherà non deludere i suoi sostenitori, di cui facciamo parte: la femmina di Salvatore Borrino è una cavalla di non facile impiego ma con le potenzialità per emergere in questa categoria, dovrà guardarsi soprattutto da Samurai del Corso, ottimo all’ultima, e dal declassato Ribes Nero.

Il vecchio Memor Roc, meglio se AP,  è la chance importante di Claudio De Filippo che si scontrerà con un’agguerrita Sharon’S Treb; merita la giusta attenzione anche No Contest Bi, piaciuto alla prima con il training di Minopoli. Antonio Di Nardo può farsi notare nella corsa con partenza tra i nastri, alle guide della specialista Rio Model, in gran momento di forma. Qua, anche la piazza di Smart La Sol può risultare idea valida.

La TQQ darà, probabilmente, una spinta decisiva al vincitore della manifestazione, visto anche il punteggio maggiorato: andiamo decisi sulla qualità scegliendo Lorenz del Ronco, Orlan Dechiari e Pavone Jet, quest’ultimo con il dubbio del rientro.

Potrebbe essere venuto il momento di Uragano Star che viene da tre piazze d’onore a seguire, tutte esaltate da prestazioni importanti che però non hanno prodotto il successo. I principali pericoli per l’allievo di Gaetano Di Nardo vengono da Usque Dl, allenato dal fratello Ciro, che è pur sempre il terzo del Nazionale.

In chiusura, Upper Op pare in possesso di evidenti possibilità di successo.



Parola ai Protagonisti…

1° corsaAntonio Di Nardo:
Tedmar il 04 agosto l’ho guidato per la prima volta e l’impressione è stata più che positiva: è un po’ macchinoso ma quando trova l’azione giusta non si ferma più, sono fiducioso.

2° corsa
Francesco Tufano:
Interpreto Old Fashion Club che non ha forma recente, mi conforta solo il fatto che in passato è stato un discreto soggetto. La mia compagna Giulia ha avuto più fortuna, Riomagno Dr lotterà per il successo.

3° corsa
Antonio Di Nardo:
Ho sorteggiato Tianros che rientra da febbraio per cui non so cosa dire, tranne che cercherò di prendere il massimo. Alla carta, Sharon’S Treb e Memor Roc sembrano in possesso di chance consistenti.

4° corsa
Francesco Tufano:
L’impressione è che Rosalina Grif possa aspirare ad un piazzamento, non di più. Consistenti le possibilità di Giulia, in sulky a Reda Lod, che con uno svolgimento favorevole può essere protagonista.

5° corsa
Antonio Di Nardo:
In questa circostanza ho l’impressione che il sorteggio sia andato meglio, posso puntare alla vittoria con Rio Model  che gira con sollecitudine e, di recente, ha ottenuto risultati positivi in categorie qualificate.

6° corsa
Antonio Di Nardo:
Pavone Jet resta su una prestazione napoletana di assoluto valore, mi ha preceduto quando io ero in sulky a Prison Mack. Il problema è che sono trascorsi due mesi, mi auguro abbia tenuto la forma. Lorenz del Ronco e Orlan Dechiari i migliori.

7° corsa
Antonio Improda:
Sono rimasto soddisfatto del rientro di Ultra di Casei, nonostante il risultato, perché non aveva nelle gambe un chilometro in 1.12, normale che ne abbia risentito dopo. Mi aspetto un progresso ed una prova positiva.

8° corsa
Antonio Di Nardo:
La chance di Upper Op mi sembra consistente, è veloce in partenza ed ha trovato una buona costanza di rendimento. Riguardo allo schema, credo che possa farsela al comando senza grosse difficoltà.

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 177 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.