30 agosto 2016 – il commento

Twiggy Grif la “Magnifica”

L’ultima giornata di agosto, penultima della stagione, del Garigliano aveva come “clou” la conclusione di una delle nuove iniziative tecniche poste i essere quest’anno da,lo staff di SS Cosma e Damiano: la finale del trofeo”I Magnifici 4″, ovvero un mini circuito locale per quattro anni che selezionava una serie di finalisti. Ad accettare l’ultimo ingaggio erano solo sei cavalli, ma ne veniva fuori sicuramente una corsa interessante ed equilibrata nelle valutazioni. Alla fine ad avere la meglio è stata la più progredita dei concorrenti in pista, quella Twiggy Grif che negli ultimi tempi ha scalato sicuramente molte categoria e che premia il lavoro del suo proprietario, Saverio Gallo che da più di qualche tempo con i propri effettivi stato tenendo ottimi risultati, basti pensare all’escalation di Solobarar.
La figlia di Eldgrado Bi non era tra le più appoggiate del campo, ma alla resa dei conti si è rivelata la più concreta e il suo interprete è riuscito ad approfittare delle evenienze tattiche. In partenza il numero alla corda non consentiva a Tina Turner di scattare al comando come era forse nelle previsioni tant’è che allo stacco era Terrò Caf il più sollecito. Raf Palomba provava a rientrare, ma doveva alla fine cedere strada all’avversario salvo poi rivenire avanti alla fine della prima curva.
Tutto ciò si traduceva in un primo quarto in 27.5 e in 600 metri molto svelti che finivano col pesare sull’economia dell’intera corsa. Tina Turner si esauriva infatti sul nuovo attacco di Terror Caf, ma Twiggy Grif che aveva seguito il tutto da spettatrice interessata, si produceva in un allungo finale molto redditizio, meno del 29.5 ufficiale, che valeva la vittoria. Interessante lo spunto di Tauris del Ronco che valeva il terzo posto.

TRUDI A SORPRESA, LA PICCOLA E TAHITI FAVORITE CALDE

Il resto del programma scivolava via abbastanza tranquillamente. La sorpresa maggiore della giornata si registrava nella prova di apertura del convegno valida come seconda Tris dove Trudi Degli Ulivi veniva a vincere di spunto eguagliando il proprio limite personale in 1.14.9 alla ragguardevole quota di 32,89. Se vogliamo un po’ elevata considerato che la figlia di Southwind Vernon aveva sicuramente corso in progresso.
Due femmine invece a rispettare il loro ruolo di favorite abbastanza calde: Piccola Robytor che questa volta, sia pure in percorso di testa riusciva a far rispettare la propria caratura superiore, complice anche un percorso abbastanza tattico impostato da Giorgio D’Alessadro sr. Con una prima part edi gara in 1.01.5 e una chiusura in 57.3. Mentre all’ultima si confermava Tahiti Bi che già dopo mezzo giro era in posizione da sparo e non aveva problemi nel concludere con ampio margine sulla più diretta inseguitrice.

TALIA E UNICA LE DELUSIONI

Detto del bel successo di Renilkam (Vincenzo D’alessandro Jr) che proprio nel finale beffava una comunque ritrovata Sol En Tu Frente; di quello di Radix di Costa in Gd con una bella guidata di Sorrentino, capace di mandare via Remilor Font e poi beffarlo nel finale con un bel passaggio interno, e del risalto di Subsonica Grif di spunto in uno schema sicuramente a lei molto congeniale, C’è da analizzare le due delusioni della giornata. La prima è quella di Talia Axe, attesa nella prova vinta da Subsonica, ma ben presto in errore  conferma che con la meccanica per la figlia di Prodigious c’è ancora parecchio da lavorare (ed è un peccato perché i mezzi ci sono e neanche pochi). L’altra quella di Unica Grif, già in difficoltà dietro la macchina con tanta voglia di sbagliare, e poi in errore lungo il percorso e quindi lontana dalla buona forma palesata nelle uscite precedenti.

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.