presentazione 1 settembre 2016

Il tempo trascorre inesorabile e così si conclude anche l’ennesima estate pontina: l’ufficio tecnico del Garigliano, presieduto dall’handicapper Nicola Merola, ha lavorato alacremente per una chiusura degna di nota e propone otto corse che si preannunciano spettacolari.


Programma Ufficiale


Due le tris programmate in giornata, si comincia proprio con la “ seconda tris “: contano in tanti, sono diverse le chiavi di lettura della corsa, noi puntiamo su Thor di Poggio per diversi motivi. L’allievo di Forino ha perso da Terry Star all’ultima ma in quella occasione scendeva in pista a soli cinque giorni di distanza da un altro impegno gravoso. Secondo noi  fu interpretato con troppa fiducia, senza lesinare energie, e inoltre, le voci di scuderia lo indicano in miglioramento; tirando le somme, potremmo aver fatto bene i conti.

Passiamo alla prova abbinata alla TQQ: le sgambature ci diranno a chi concedere fiducia tra Ursula Dany e Usella Jet, entrambe al rientro ed allieve di Finetti, che possono puntare alla vittoria. Non escludiamo un inserimento di Ulmann, oppure del “ regale “ Universo.

Uno degli appuntamenti più importanti della serata è la finale del Criterium Pontino, Memorial Guido Carlo Puoti, riservato ai due anni: il favorito non può che essere l’imbattuto Vincent Sm che l’ultima volta è arrivato senza nemmeno togliere i tappi. Un avversario di tutto rispetto è Visone Jet che ha sempre corso con l’handicap della lentezza iniziale mentre nella circostanza potrebbe provare il lancio veloce. Non va dimenticato inoltre che, trattandosi di due anni, i progressi netti sono all’ordine del giorno, per cui non si può escludere che siano altri partecipanti ad essere protagonisti.

Il programma riserva ai nati 2014 un’altra corsa: pare evidente la chance degli alleati Varenna Fas e Videale Fas, con preferenza per la femmina, al momento più pronta. Vanvitelli potrebbe essere quello da tenere maggiormente d’occhio, in quanto l’allievo di Improda è in possesso di ampi margini di progresso.

Come da tradizione, non mancherà la Garigliano League, sfida tra i primi dieci driver della classifica locale che si sfideranno in tre prove, l’ultima a punteggio maggiorato: Oliver Ur potrebbe dare i primi punti a Romeo Gallucci, essendo un soggetto duttile ed in forma. Le alternative sono da ricercare tra Rustico Jet e Perno Axe, con ruolo di sorpresa affidato a Point Lavec Canf.
Chance di piazzamento anche nella seconda corsa per Romeo Gallucci che interpreterà Pasman Light, specialista di questo tipo di corse, incisiva soprattutto quando toglie i ferri anteriori; i nostri favoriti sono Stilus Amnis e Rio Model, il primo potente, la seconda duttile ed in forma.
Chi può mettere in cassa punti utili è Vincenzo D’Alessandro Jr che nella corsa conclusiva presenterà Marlon Om, periziato in posizione estremamente vantaggiosa.
Gli avversari hanno comunque le loro carte da giocarsi, in particolar modo il rientrante Rombo di Cannone che, al 70% della condizione, sarebbe un osso duro, Prison Mack e Solar da Meda, soggetti che danno molte garanzie dal punto di vista della forma e dell’adattabilità allo schema.

Avranno il loro momento di gloria anche i gentlemen, impegnati nella Garigliano Gentlemen League: gran bella corsa, aperta a diverse soluzioni, per categoria diremmo Renoir Dany, Pecchiaiolo Jet e Outsider, ma non ci stupiremmo veder emergere Seneca Grif o Storm Gar che stanno letteralmente volando.



Parola ai Protagonisti…

1° corsa
Raffaele Forino:
Thor di Poggio non ha reso come ci si attendeva nelle ultime uscite, probabilmente perché condizionato da un problema fisico che pare risolto. Sarà la pista a sentenziare, comunque ho fiducia in una buona prestazione.

2° corsa
Antonio Improda:
Vanvitelli è un puledro in cui ripongo molte speranze, fin’ora ha dovuto fare i conti con l’inesperienza ma l’impressione è che stia man mano lievitando. Ha lavorato in 2.05, senza richiederlo a fondo, da battere i due di Minopoli.

3° corsa
Raffaele Forino:
Per questa prima prova della Garigliano League ho sorteggiato Rondinaia Lung che sta correndo positivamente e può aspirare ad un piazzamento. Da allenatore avrò Oliver Ur che si gioca una buona chance di successo.

4° corsa
Antonio Improda:
Rio Model è diventata da corsa proprio impiegandola di continuo, l’impegno a sette giorni non è un problema. Gira con sollecitudine e sa adattarsi a diversi schemi, ritengo possa concorrere per il successo.

5° corsa
Elena Villani:
Pecchiaiolo Jet affronta una corsa impegnativa, vista la presenza di diversi soggetti di spessore. L’intenzione è quella di sfilare su Ramada che dovrebbe scavalcare quelli all’interno ma anche correre in pariglia non sarebbe male.

6° corsa
Raffaele Palomba:
Ho guidato Universo al rientro e mi ha dato l’impressione di essere un soggetto potente ma ancora fragile caratterialmente. A Pontecagnano non è andato male, nella categoria di minima può mettersi in mostra.

7° corsa
Raffaele Forino:
Fin’ora con Visone Jet ho volutamente evitato la partenza sollecita, l’ultima volta però, dietro l’autostart, sono stato ostacolato da un concorrente. Nell’occasione dovrò provare lo scatto iniziale per non concedere troppo vantaggio.

8° corsa
Giorgio D’Alessandro Sr:
Rombo di Cannone è ritornato in scuderia da due mesi: abbiamo cominciato da capo, concedendogli del tempo per ritemprarsi. I due lavori effettuati ad Agnano mi hanno soddisfatto, la partenza con i nastri lo avvantaggia.

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 177 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.