1 settembre 2016 – il commento

VESTA SORPRENDE, MA CHE NUMERO DI VINCENT!
Chiusura di stagione alla grande all’ippodromo del Garigliano. Tante belle corse, tanti protagonisti, un discreto concorso di pubblico, insomma tutti gli ingredienti per una serata ippica.Sul piano tecnico la prova più interessante era sicuramente rappresentata dalla quindicesima edizione del Criterium Pontino che ha messo in evidenza un’ennesima figlia di Exploit Caf, Vesta Gas che ha conquistato la sua prima vittoria in carriera nell’occasione più importante. Spunto vincente a centro pista in una corsa venuta a frazioni invertite, con il primo quarto molto veloce (28.4) e poi progressivamente in rallentamento. Prova anche condizionata dall’errore del favorito Vincent Sm giunto un po’ troppo ardente dietro la macchina tanto da sbagliare prima dello stacco e perdere almeno una cinquantina di metri. Ad incaricarsi dell’andatura era quindi Victoria Luis con Salvatore Minopoli che decideva di metterla su un passo veloce, tant’è che il contro favorito Visone Jet non riusciva a progredire più di tanto. Nel finale calava la leader e quindi c’era appunto lo spunto di Vesta Gas che veniva a concludere, ma dalle retrovie si segnalava il gran recupero di Vincent Sm che alla fine giungeva al secondo posto, ma con una prestazione davvero rimarchevole valutabile in non meno di 1.57.5 e confermando così tutto il bene che si era visto nelle tre precedenti vittoriose uscite.

A PEPPE MAISTO LA GARIGLIANO LEAGUE
Un secondo, un terzo è un quarto posto valgono la vittoria per Peppe Maisto della 14.a edizione della Garigliano League. Strano ma vero, il gioco degli incastri e dei punteggi ha fatto si che ad esempio la splendida vittoria di. Marlon Om nell’invito finale venisse vanificata. Per Vincenzo D’Alessandro Jr. però la consolazione di aver ripresentato il figlio di Sj’s Photo in condizioni ottimali, sia pure favorito dalla buona collocazione iniziale che gli ha consentito di sfilare rapidamente al comando e di gestire al meglio i parziali come del resto testimonia il 56.6 in chiusura. Ciò nonostante nel finale c’è stato il piccolo brivido per l’avvicinarsi di un Rombo di Cannone assai positivo nella sua prestazione di rientro che lascia ben sperare per il futuro prossimo del figlio di Cannoniera. Terzo Solar da Meda, sempre concreto e quarto, appunto, Prlan Dechiari che aveva il merito di recuperare i venti metri di penalità e far conquistare a GP Maisto i punti decisivo.
Nelle altre due corse il vincitore aveva ottenuto un secondo posto con Perno Axe (il secondo consecutivo dopo quello di martedi’) dietro a un’ottima Rondinaia Lung in percorso d’attacco all’esterno sin dalle prime battute, è un terzo di spunto con Rio Model nella prova con i nastri vinta da Stilus Amnis che riusciva a sfondare dopo poche battute e a chiudere anzitempo la contesa.

ORBEX DA 80 CONTRO UNO E NEL TQQ URSULA SULL’ERRORE DI… URSULA
La finale dela Garigliano League versione gentlemen confermava il suo carattere di alta imprevedibilità emerso sin dalla dichiarazione dei partenti tant’è che a vincere e con merito era Orbex Bi, ottimamente condotto da Raffaele Lamberti, a quota di 80 contro uno. Pecchiaiolo jet si incaricava come prevedibile di fare l’andatura e metteva i estrema difficoltà tutto il treno esterno di corsa, ma nel finale non poteva far nulla contro lo spunto secco dell’allievo del team Minopoli.
Nella prova valida per la scommessa Tris, Quarté, Quinté lunga fuga in avanti diUrsula Ans con Marcello Di Nicola. La figlia di Cantab Hall allenata da Catello Savarese finiva con il confondere il passo a pochi metri dal traguardo quando sembrava aver già chiuso la partita e L’altra Ursula, targata Dany, quasi se la ritrovava in braccio. Bravi cavalla e driver (Giampaolo Minnucci) a rimanere di trotto e a chiudere da vincitori rispettando così il ruolo Di favoriti.
Da segnalare infine nella prova di apertura il successo di Trofal Zack (Sabato Di Vincenzo) di spunto sulle schermaglie tra Tosca Mail e Thor di Poggio e il successo di Varenna Fas (M. Minopoli Jr.) nell’altra prova riservata alle “V” con una bella prestazione di Vanvitelli (Antonio Improda) da seguire nelle prossime uscite.

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.