20 luglio 2017 – il commento

Tre favoriti sotto la pari puntuali all’arrivo, un bel “centrale” piuttosto combattuto e chiusura col “Botto”. Il giovedì del Garigliano può essere riassunto in queste semplici considerazioni aggiungendovi una significativa prova di qualifica. Cominciamo dal “Centrale” che vedeva al via ottimi anziani di categoria C sul doppio km e intitolato a Fuego Latino Dance, una delle organizzazioni che allieta a suon di musica e balli di gruppo le serate dell’ippodromo pontino. Meglio di tutti ballava nella circostanza Taurus del Ronco al termine di una corsa piuttosto combattuta che vedeva andare al comando Terror Caf che replicava a Smoke di Piaggia, ma doveva ammainare bandiera poi di fronte al finale di Taurus del Ronco proiettato per linee esterne da Antonio di Nardo e autore di scatto decisivo ai 500 conclusivi. Nonostante il 58 .3 per gli ultimi 800 metri il portacolori di Nunzio Squeglia era ancora molto vitale in arrivo tanto da imporsi abbastanza agevolmente nei confronti di Sir Fks autore di prestazione sicuramente molto incisiva e penalizzata da un lungo errore iniziale che oltre a fargli perdere molti metri, peraltro recuperati alla grande, indiceva la giuria a esporre il giallo e a toglierlo successivamente dall’ordine di arrivo a vantaggio dello stesso Terror Caf e di Tutankhamon Mrs.

TRE STANGHETTE PER LA PUNTA
Tre, dicevamo, i favoriti sotto la pari puntuali al traguardo. In apertura di convegno Zoe dei Veltri e Giorgio d’Alessandro jr non avevano problemi a dominare la compagnia già sin dal passaggio ai 600 metri quando conquistavano la testa su di un’accondiscendente Zefirg Giò che poi si sarebbe comunque piazzata al posto d’onore. Un minuto scarso a chiudere per gli ultimi 800 metri e media finale di 1.16.6. Udinì D’Or con Vincenzo Luongo partiva con circospezione e iniziava a progredire dopo un km passato in poco più di 1.15 dando la caccia a Utavian del ronco che aveva tentato di metterla un po’ sui parziali. Ai 300 conclusivi però il figlio di Bradì’s Photo appariva già chiaramente padrone della situazione. Trittico completato da Schumann Bigi nella prova ad inseguimento della settima corsa con l’appoggiato allievo di Vincenzo d’Alessandro capace di proiettarsi subito al comando al cadere dei nastri e di resistere anche a qualche discreto attacco chiudendo a media di 1.16.

QUALIFICA INTERESSANTE
Prima dell’inizio delle corse era scesa in pista per la prova di qualifica Zara Caf, una figlia di orlando Vici e Rutilia Caf allenata da Francesca Croce per conto della scuderia Super Fantastica (Super Star Reaf e altri) e inteprpetata da Giampaolo Minnucci che la condotta brillantemente a staccare il pass per l’attività agonistica con una significativa media al km di 1.15.7. Ci sarà sicuramente da seguirla al debutto.
Tra i Gentlemen Proprietari vittoria in percorso di testa per San Pio Gm con Antonio Orlando ottenuta con un percorso irreprensibile dal punto di vista tattico: frazione veloce a partire (29.4), un quarto di gara in rallentamento (31.5) e poi chiusura nuovamente veloce in 58.7 che vanificava ogni velleità degli avversari. Buona anche la quota di 10.84. Anche Alessandro olezzo timbrava la serata con un bel successo in sediolo a un redivivo Popolo Baba che dopo un infortunio e qualche prestazione non certo in linea con il proprio palmares si esibiva in un redditizio percorso esterno con tanto di imparabile attacco finale, mentre in chiusura di serata c’era il “botto” con la vittoria in un arrivo confusissimo da parte di Velvet Line (sabato di Vincenzo) a 75 contro uno di quota. I tre piazzati tutti in doppia cifra lasciavano presagire un jackpot da ritrovarsi per la prima trio di martedì, ma in realtà c’era chi centrava la combinazione 4-7-8 e chiudeva con una vincita da poco più di 2500 euro. Complimenti!

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.