presentazione 3 agosto 2017

Convegno incentrato sulla disputa del tradizionale mini – torneo “ La più bella del reame “: si tratta di due batterie, la prima riservata alle femmine di quattro anni, la seconda alle anziane, con in sulky i gentlemen.


Programma Ufficiale


Alla finale, programmata come ottava corsa, sulla distanza inedita dei millecento metri, accederanno le prime tre di ogni eliminatoria più la migliore quarta.
Tra le quattro anni, la principale indiziata al successo sembra Unica Grif, anche se mette dei dubbi il fatto che corre ad intervalli piuttosto lunghi; forse è meglio ascoltare le voci di scuderia, soprattutto dare un occhio alle sgambature, prima di darle fiducia. Si può optare anche per una scommessa piazzata, scegliendo tra Uvenia Mail, Uronia Jet e Ulia di Risaia.
La prova riservata ai gentlemen è un autentico rompicapo: tante quelle che possono aspirare al podio, a cominciare da Sirena del Sile che scende di categoria e potrebbe essere incisiva più di spunto, poi la mal messa Ramaya Om, Rosy Bee Power che è andata di lusso all’ultima, Tindari Bi, Tropicana Luis e Sissi Op. Scegliamo proprio quest’ultima al gioco dei piazzati, quota permettendo.

In apertura, ritorna in pista la qualitativa Vest end Blues, piaciuta senza riserve la scorsa settimana, con il nuovo training di Perfetto – Squeglia; le alternative più valide sono Vieri Dany Grif e Victor Gial, lasciando il ruolo di sorprese a Violino, Vain e Venyce Roa, quest’ultima ad alta quota.

Nella quarta corsa, è difficile scegliere tra Urasi’, Urban Jungle, Udini’ d’Or, il rientrante Ulrich e anche Urano Gar che a Napoli è piaciuto in percorso d’attacco. Per la duttilità dimostrata ripetutamente, scegliamo Urban Jungle, vincente e piazzata, che martedì non ha corso perché non qualificata.

In una serata ricca di partenti, novantadue in sette corse, la categoria G ne ha addirittura diciassette: si può pensare al ben messo Oddworld che però a Cesena ha corso male, un’idea potrebbe riguardare Ringo, ipotizzandone un progresso rispetto al rientro, oppure sperare nel netto di Pitt Treb che l’ultima volta ha recuperato alla grande dopo errore iniziale. Si tratta di ipotesi aleatorie per cui, incerto per incerto, ci affidiamo alla forma degli allievi di Giuseppe Immobile e mettiamo la nostra quota su Thiago d’Ete.

A seguire, saranno di scena i tre anni: Valter Grif ha fallito il rientro a causa di una rottura marcata sulla racchetta, i preliminari saranno fondamentali. Da più garanzie Versilia Luis, anche se un mese di assenza può influire sulla condizione. Come idea di quota si può provare Valiant La Sol piazzato.

La settima corsa è un handicap per quattro anni di minima: il penalizzato Upasqualino San è quello che da maggiori garanzie, almeno come piazzato. Un tentativo con il fallosissimo Upside Op lo faremmo volentieri, tanto a perdere siamo abituati..



Parola ai Protagonisti…

1° corsa
Vincenzo Luongo:
Vieri Dany Grif è un soggetto tardivo ed era giusto aspettarlo; dal rientro è migliorato di corsa in corsa e credo che abbia ancora ampi margini, l’importante è che si assicuri nell’andatura. Può essere protagonista.

2° corsa
Vincenzo Luongo:
Unica Grif non è prontissima ma c’è da dire che lei non viene mai sottoposta a lavori particolarmente veloci, in quanto impiega poco a raggiungere la condizione. D’andatura è giusta, credo che abbia le carte in regola per emergere.

3° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Tatù corre sempre con profitto e nella circostanza scende anche leggermente di livello. Però, onestamente, sarà complicato per lei ovviare alla posizione di partenza, la peggiore in una corsa di velocità.

4° corsa
Vincenzo Luongo:
Udinì d’Or ha un motore impressionante, l’ultima volta fa uno sproposito dopo errore iniziale, addirittura avrebbe lottato ancora per la vittoria senza la seconda rottura. A percorso netto se la gioca alla grande.

5° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Pitt Treb è un soggetto caratteriale che a volte si abbandona all’errore, senza alcuna motivazione, come ha fatto l’ultima volta, recuperando molto bene. Dovesse filare tutto liscio, può ottenere un risultato positivo.

6° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Vitesse Mabel è assente dalle competizioni dal mese di marzo e corre esclusivamente per migliorare la condizione. Volendo fare un pronostico, credo che i tre successi a seguire parlino a favore di Versilia Luis.

7° corsa
Vincenzo Luongo:
Ubiratan Hp l’ho guidato nelle ultime due occasione e ho avuto l’impressione che abbia dei limiti, anche se, di contro, è molto duttile. Qualità quest’ultima che potrebbe avere un peso specifico in un contesto così scarso.

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 177 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.