24 agosto 2017 – il commento

torneo dell'avvenire 2017: il podio

Per la prima volta una donna iscrive il suo nome nell’albo d’oro del Torneo dell’Avvenire. E’ Angela Capuano, napoletana, una grande passione ippica e esperienze anche al montato, che grazie soprattutto al successo di The Elegance Lf nella Tqq di giovedì sera all’ippodromo del Garigliano ha conquistato la 19.a edizione del trofeo destinato ai drivers “under 33” e con esso la possibilità di prendere parte, grazie a una wild card, alla prossima edizione del Campionato Italiano Guidatori di Montegiorgio.
Il successo è avvenuto alla fine di un’edizione molto combattuta la classifica finale ha infatti visto con lo stesso punteggio anche Francesco Tufano che però ha dovuto cedere il gradino più alto del podio non per cavalleria, ma per i migliori piazzamenti (la vittoria nella tris, appunto) ottenuti durante l’arco della serata. Decisiva proprio la TQQ dove The Elegance lf ha preceduto sul traguardo proprio Sterlyng con Francesco Tufano che è rimasta un po’ impantanata nelle retrovie e si è librata troppo tardo quando la battistrada, dopo aver seguito il leader Ronaldo Lp riusciva a sgattaiolare in qualche modo dalla corda sul calo del’avversario e a mettere a segno lo spunto decisivo.

LE ALTRE PROVE
Nelle altre selezioni di otto concorrenti ciascuna risultati mai troppo scontati anche perché le corse erano indiscutibilmente equilibrate. Nella prima ha vinto Cosimo Fiore con Roulette Russa velocissima nella giravolta tra i nastri e capace, anche grazie a un’andatura soporifera almeno per 1400 metri, a contenere il finale di Nerito Mec. Nella seconda Taipan Ans e Ferdinando Minopoli beffavano sul traguardo il favorito Rolex Dany con in sediolo il fratello Vincenzo, sfruttando al meglio la corsia interna. Nella terza Luigi Cuozzo e Transvaal Jbay conquistavano il comando dopo 150 metri e resistevano poi agli attacchi di sabot Joyeuse per concludere in arrivo salvandosi dal ritorno di Taxi Grif Italia, mentre nella quarta toccava a Claudio De Filippo cn la rientrante Thailandia Baba che risolveva la corsa già prima dell’ultima curva con uno scatto importante che rendeva giustizia ai buoni mezzi della figlia di Love You.

UNO ZAR AUTORITARIO
Nella prova di apertura riservata ai due anni c’era stato il debutto molto interessante di Zar Kronos, un altro allievo di Massimo Finetti che con i due anni di stanza al Garigliano sta facendo veramente molto bene. Nell’occasione il figlio di love You è andato al comando abbastanza agevolmente e ha snocciolato parziali interessanti chiudendo in assoluta scioltezza a media di 1.15.4. Un buon prospetto anche per le prossime.

UROGALLO OK, URANO RECRIMINA
Detto del bel successo di Valentina Grif nella settima corsa con la figlia di Flaca capace di prodursi in un buono spunto e resistere al ritorno di Vil Down Chuk Sm (forma costantemente in progresso per gli effettivi di Luca Fierro), nella prova di chiusura c’è da segnalare l’atteso successo di Urogallo Jet appoggiato sensibilmente al betting e che ha potuto anche approfittare di un errore di urano Gar che era stato molto lesto a portarsi al comando e aveva condotto a buon ritmo soprattutto con un terzo quarto “pesante” in 28.8 che sembrava aver messo tutti in difficoltà. I Pine Chip guidato da Romeo Gallucci sbottava improvvisamente di galoppo sull’ultima curva e lasciava a Urogallo la possibilità di andare su Udoji per averne ragione a metà retta di arrivo.

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.