commento 19 luglio 2018

Giovedì nero per i favoriti nell’ultima preserale della stagione all’ippodromo del Garigliano. In effetti quella che sembrava una giornata favorevole alla punta ha visto la quasi totalità dei più attesi deludere. Oltre al sorteggio delle finali del Campionato Femminile, di cui si parla a parte, la giornata proponeva un “centrale” per discreti tre anni sul doppio km e la prova valida per la TQQ del giorno. Nella prima si è imposto Zio Tom Jet con un Paolo Corrado al secondo successo di fila tra i professionisti. Il figlio di maharajah ha approfittato del subitaneo errore del favorito Zecchinodoro Fks per scivolare al comando e concludere abbastanza facilmente da 1.14.9, mentre nell’appuntamento riservato alla TQQ era Trofal Zack a svettare dopo aver seguito il battistrada Ultimo San lungo tutto il percorso, muovendo solo alla fine dell’ultima curva. Urogallo Jet, il netto favorito della corsa, pur uscendo discretamente dai nastri non riusciva a progredire più di tanto e alla fine riusciva a salvare solo un quinto posto buono per il quinté che pagava comunque oltre 4300 euro.

FRATELLI VINCENTI
Nel programma c’era anche una prova valida come Seconda Tris e qui altro “botto” non da poco con la vittoria di Valerio San e Ferdinando Minopoli in una corsa falcidiata da diverse rotture e il favorito Vivid frenato anche da un contatto con un avversario. Ferdinando Minopoli ha posizionato il figlio di Merckx Ok in terza posizione e poi ai 300 conclusivi ha spostato mettendo in atto uno spunto molto incisivo che lo ha portato a guadagnare diverse lunghezze in retta di arrivo. Quote elevate per i primi tre al traguardo e solo due scommettitori capaci di centrare la scommessa Tris da 3681 euro.
Il team Minopoli ha fatto subito il doppio alla terza corsa, questa volta con Mario alla guida di Zigo Yank Sm e anche in questo caso i due soggetti più appoggiati non sono riusciti ad opporsi. In ombra Zolder As (giocato a 3/5 a quota fissa) che non è mai entrato nel vivo della corsa e poi ha sbagliato a palo lontano. Più incisivo Zeus Tor autore anche di una buona progressione che si esauriva però troppo presto.

Un’altra coppia di fratelli sugli scudi, Gli Immobile’s. Giuseppe alla quarta corsa aveva il merito di portare al successo l’unico favorito della giornata ovvero Sirrodo che, partito in maniera prudente, risaliva progressivamente la china e andava all’inseguimento dello scatenato Puerto dei Greppi (58 e virgole per la prima metà della gara) e contenere Sampey Zs all’interno, mentre Michele nella prova di chiusura riservata ai GD portava al successo Trivi in percorso di testa calando un po’ nel finale ma rimanendo comunque saldo leader con tanto di doppio da allenatore per Luigi Siddi.

In apertura di convegno era invece arrivata la prima delusione (sembrava un segnale…) con l’appoggiato Tigerio Caf che non riusciva a coordinarsi nella fase iniziale e sbagliava abbondantemente prima dello stacco. Ci provava Vincenzo Villani a mettere in scena un parziale recupero ai 900 conclusivi, ma senza costrutto e così vittoria di Terrible Model in sediolo al quale Giuseppe Trinchillo è stato abile nel seguire lo sfondamento di Turno Caf su Upper Grif, sistemarsi secondo in corda per poi sprintare senza problemi. I primi tre giungevano isolati al traguardo con una frazione di chiusura tutto sommato brillante.

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.