presentazione 2 agosto 2018

Il convegno in programma all’ippodromo del Garigliano è incentrato sulla disputata di “La più bella del Reame”, torneo articolato sulla disputa di due batterie, una riservata alle femmine di quattro anni, l’altra alle femmine anziane, con in sulky i gentlemen, e relativa finale su distanza inusuale dei millecento metri.


Programma Ufficiale

Accederanno all’evento conclusivo le prime quattro di ogni eliminatoria che, per una questione di tempi di recupero, vengono programmate, di seguito, in apertura. La prima ha in Vernaccia Mdm, Veba Lb, Valeriana Jet e Very Strong Par quelle con i titoli migliori, ma nessuna di esse gode di condizione probante; in ogni caso, da questo gruppetto dovrebbe venire fuori la vincitrice, mentre a Vigata Grif affidiamo il ruolo di sorpresa di quota. Grosse difficoltà anche nella definizione dei valori della corsa successiva, nella quale Reda Lod può vantare, certamente, una forma probante. Basterebbe un filo di condizione a Rapsodia d’Ete per essere protagonista, anche se si corre il rischio di vederla in pista con i ferri, tenuto conto del fatto che deve, eventualmente, affrontare la finale. Preziosa Caf è rientrata con un percorso apprezzabile, per le piazze la teniamo buona, e Unadimaggio intriga abbastanza anche se non abbiamo elementi probanti per darle fiducia. Magari, è ipotizzabile che la figlia di Le Touquet possa puntare, soprattutto, ad un piazzamento e aprire i rubinetti un paio d’ore dopo.

A seguire, scenderanno in pista i tre anni: brutto numero per Zimox, altrettanto per Zietta Jet, a meno che non tolga i ferri anteriori. Zinco e Zooka del Sile presentano un curriculum invidiabile. Sta correndo bene pure Zenone Bar, ma la nostra idea principale riguarda un altro cavallo, seppur estremamente falloso e con carta recente da buttare nella spazzatura, ci riferiamo a Zambesi Mail. Due spiccioli sul cavallo affidato a Gaetano Di Nardo possono andar spesi.

Nell’handicap per quattro anni, il favorito non può che essere Victor Bieffe, pur con le incognite, non di poco conto, riguardanti il rientro e l’adattabilità ai nastri che, pare, non abbia mai affrontato in carriera. In alternativa, si potrebbe optare, quota permettendo, per la piazza del penalizzato Volton Jet.

Subito dopo, ancora quattro anni in pista: Vivid non ha corso male all’ultima uscita, è solo incappato in ben due danneggiamenti. L’allievo di Minopoli merita il pronostico, anche se, la corsa non è semplice da portare a casa, Vincenzo Amg e Vittorio Jet sono due avversari temibili sulla breve. Non escludiamo del tutto neanche il “bisbetico indomato“ Veryimportant Par e segnaliamo che Vervet Jet, l’ultima volta, è tornato alla grande dopo errore al via.

L’ultima corsa è abbinata alla TQQ: corsa di inaudita difficoltà, abbiamo pensato al rientrante Uragano Pizz, messo bene al via, ma parliamo di un soggetto che in carriera ha finito il percorso giusto quattro o cinque volte, motivo per cui è fondamentale seguirne la sgambatura.



Parola ai Protagonisti…

1° corsa
Ferruccio Capanna:
Vernaccia Mdm avrebbe fatto molto di più se non avesse accusato dei problemi al posteriore che si sono riproposti dopo un periodo positivo. Ho provato a lavorarla con le gomme, sembra migliorata; la corsa sarebbe decisamente alla sua portata.

2° corsa
Salvatore Borrino:
Reda Lod è un soggetto caratteriale che quando trova uno svolgimento adatto alle sue caratteristiche, corsa con andatura e schiena valida, riesce ad esprimersi al meglio. Non ho dubbi sulla condizione, ci spero.

3° corsa
Saverio Gallo:
Zietta Jet, tranne in un’occasione, non ha mai corso per i parametri che dimostra in lavoro, al mare. Ritengo sia una questione di passaggi, dovrei sferrarla di quattro ma fin’ora non c’è stata la possibilità. Sono indeciso se farlo in questa occasione.

4° corsa
Saverio Gallo:
Victor Bieffe ha osservato un periodo di riposo dopo le battaglie di maggio, si è ritemprato e una decina di giorni fa l’ho portato a Napoli per un’apertura di fiato che mi ha convinto a riproporlo. I nastri sono un’incognita.

5° corsa
Enrico Antonio Maisto:
Veryimportant Par è conosciuto un po’ dovunque per la sua riottosità. Il rientro è stato promettente ma la volta successiva non ne ha voluto sapere di allinearsi. Proveremo a subirlo in avvio e sperare che si convinca. Va forte.

7° corsa
Enrico Antonio Maisto:
Robin Hood Om è al rientro, lo segue il proprietario a casa e l’ha portato a lavorare due volte su pista da corsa. Di meccanica è migliorato molto ma ha bisogno di correre per ritrovare la condizione, vediamo come si comporta.



Il ‘Punto’ sulla Tris

5 Uragano Pizz
Questa è una corsa dove bisogna dar spazio all’inventiva, andiamo con il rientrante e fallosissimo allievo di D’Alessandro Sr.

12 Temibile Ok
Possiede tamburo e adattabilità allo schema, non sta correndo affatto male e la guida potrebbe fare il resto.

9 Speedmec
Buoni trascorsi, all’ultima uscita, seppur datata, si è messo in evidenza in un handicap, può farlo ancora.

15 Time Kronos
Rientra, le ultime apparizioni sono state deludenti, ma quando sta bene è un soggetto valido.

7 New Dream Rek
Sa seguire anche andature veloci ma non fa i passaggi, motivo per cui si giocherà molto al via.

16 Ribot Gal
Ha il peggior numero possibile, però potenzialmente ci sta parecchio. Da non sottovalutare.

8 Romeo da Pisa
Non corre da un po’, in primavera ha avuto un picco di condizione, se la ritrova può mettersi in mostra.

17 Temple Team
Nelle corse con i nastri riesce a dare il meglio di se ma anche lui rientra ed ha sistemazione penalizzante.

2 Star de Glatigne’
E’ da un bel po’ che non fa una nota, però ha qualche trascorso positivo negli handicap.

13 Torcello Luis
Se rende penalità vuol dire che in passato qualcosa di buono l’ha fatto ma la forma recente non invoglia a considerarlo.

18 Ravel Brooke
Il suo compito è abbastanza complicato, comunque ha condizione, il che non è poco.

14 Robin Hood Om
Prima uscita in Campania, per figurare dovrebbe ritrovare cuore e gambe.

11 Reynold Allez
Starebbe molto più su nella nostra scala se non fosse un soggetto estremamente nervoso e non partisse da posizione scomoda.

6 Ursinio
Ha sorteggiato un numero limitante, in più ha carattere particolare, complicato un suo inserimento.

10 Urbania
Il momento di condizione apprezzabile è durato poco, ultimamente sta andando piano.

1 Oxygen Dany
Ha stupito l’ 08 gennaio, in seguito solo rotture. Una rondine non ha fatto primavera. Tornerà?

3 Poldo Amnis
E’ bravo e svelto ma distanza e pista selettive sono elementi sconosciuti al suo vocabolario.

4 Procione Guasimo
Con i cavalli non si può mai essere certi ma sembra aver smarrito completamente i migliori motivi.

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 177 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.