commento 2 agosto 2018

La prima riunione d’agosto al Garigliano è stata dedicata al tradizionale ricordo di Antonio Penzivecchia con la disputa del trofeo intitolato “la più bella del reame”: due batterie (una per i Gentlemen e una per i professionisti) e una finale con l’atto conclusivo disputato sui 1100 metri.
Alla fine è stato Filippo Gallo, un gentleman a trionfare grazie a Savoir As una figlia di Zinzan Brooke Tur che dopo aver perso di poco la batteria grazie al prepotente spunto di Rapsodia D’Ete, ben condotta da Ivan Amodio, nell’atto conclusivo è schizzata al comando dal 7 ed è riuscita a rendersi intangibile all’ottima media di 1.12.3 rendendo vano l’inseguimento della stesa Rapsodia che ha trovato lo spazio per venire a correre forse un po’ in ritardo. La batteria dei professionisti era stata vinta a grossa quota da Giorgio D’Alessandro Jr con Vieste dei Greppi sfruttando un bel passaggio interno, ma ne’ lui ne’ Gaetano Di Nardo e Luigi Siddi in finale sono riusciti ad inserirsi tra i primi.

TRIS DA 6000 EURO
Un’altra grossa sorpresa è venuta dalla quinta corsa, valida per la seconda Tris grazie a Michele Di Francia e Vitesse Mabel che hanno vinto ad oltre 60 contro uno al termine di una corsa comunque combattuta che ha visto l’errore sull’ultima curva dell’appoggiato Vivid e il giocato Veryimportant Par (sceso da 18 a 7 o anche meno) trovare diversi intralci lungo il percorso che lo hanno poi relegato al quarto posto. Seconda è giunta Vanitosa Fas che conferma il buon momento degli effettivi della Sa. Fra. Fas nella nuova versione Tufano-Di Maro.Terzo Vaduz Canf di spunto e quota Tris che si è attestata a 6.033 euro.

ZINCO PREZIOSO
L’unico netto favorito al traguardo della giornata è stato Zinco con Antonio Simioli che ha così allungato la propria serie positiva con un percorso di testa forte di tre frazioni da 29 e spiccioli con un intermedio che gli ha consentito di respirare quel tanto che bastava prima di un bel 58.5 a chiudere. Ha iniziato tardi a correre il figlio di Ideale Luis, ma sta recuperando a suon di buonissime prestazioni. Bene anche Zooka del Sile buona seconda è anche lei in grado di confermare i recenti progressi. Raffaele Forino si è rifatto nella prova successiva grazie a Valle Incantata, anche lei vincitrice a sorpresa, nel l’handicap sul doppio km riservato ai quattro anni dove il giocatissimo Victor Bieffe non ha purtroppo superato lo scoglio della partenza con la giravolta sbottando subito in rottura. Secondo un buon Volton Jet in grado di recuperare, sia pur parzialmente, l’handicap iniziale.

TQQ… TEMIBILE
Chiusura con il TQQ forte anche di un buon jackpot sul Quinte’. Diverse le partenze richiamate e alla fine buon successo per Temibile Ok e Antonio Di Nardo che ha risolto la partita ai 500 finali con una lunga progressione che lo ha portato dal centro del gruppo e a conquistare un vantaggio rivelatosi poi incolmabile per gli avversari e sì che dal passaggio davanti alle tribune al paletto del miglio c’è stato un parziale di 800 metri da 59.5 comunque non da poco per la categoria. Buon secondo Torcello Luis a precedere tre buoni elementi del primo nastro: New Dream Rex, Romeo da Pisa e Oxygen Dany tutti possibili, ma nessuno sufficientemente appoggiato da far sì che venisse centrato il quinte’ con tatto di riporto rimandato.

Luigi Migliaccio
About Luigi Migliaccio 96 Articles
Luigi Migliaccio, giornalista ippico, nato a Roma il 16/07/1960. Scrive di Ippica dal 1985, Editorialista Trotto & Turf, collaboratore de "La Gazzetta dello Sport" e Conduttore di Unire Tv, per la quale è stato inviato in occasione di diverse edizioni di Amerique, Elitlopp e Lotteria.