presentazione 11 luglio 2019

Il convegno di metà settimana, in programma all’ippodromo pontino del Garigliano, inizia con una prova riservata ai gentlemen: per tutti c’è da battere Pecchiaiolo Jet che, pur non essendo nella condizione migliore, ha comunque argomenti validi da mettere in campo.


Programma Ufficiale

Urali Sm si declassa notevolmente in categoria G, è un soggetto poco affidabile, falloso, ma in questa circostanza ci sono tutti i presupposti perché possa vincere, in gergo si dice: “Corre da solo”.

Passiamo alla terza, un miglio per tre anni: Achille Caf scende di categoria, Audacez sta concretizzando quei progressi che ci si aspettava da un po’, possono far bene anche Acerogal, Argentina Jet e Amadeuss ma, per tutti, sarà complicato andare a prendere l’ospite Apollo Effe che può sfruttare al meglio una sistemazione ottimale.

A seguire, si svolgerà una prova per femmine anziane in cui potrebbe essere protagonista la saura Velvet Dany alla quale il successo manca da gennaio 2017. Sarà tanta la voglia di vincere ma tutto ciò ci fa pure pensare che forse è meglio seguirla soprattutto piazzata.

Difficile venir fuori dalla quinta corsa, al via i tre anni: Aldo Baglio, pur con tante incognite, potrebbe essere il nome giusto, in alternativa seguiamo il rientrante Adriatico Jet.

L’ospite Zap di Girifalco, impegnato nel clou, può concorrere al ruolo di favorito dell’anno. Per la piazza d’onore preferiamo Zio Salvio Jet a Zingaro Doc e Zara.

Nella settima proviamo con un piazzato di quota che corrisponde al nome di Zeudi Araya, nella prova conclusiva facciamo fatica ad esprimerci senza l’aiuto delle sgambature. Un’idea ce l’abbiamo e riguarda Vicking Trebì ma dobbiamo capirci di più presenziando sul campo.



Parola ai Protagonisti…

1° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Tudor Dany Grif ha lavorato discretamente, l’ultima prova l’ha fatta con il suo proprietario in sulky, in compagnia a Us Dany Grif e non mi è dispiaciuto affatto. In ogni caso, Pecchiaiolo Jet sembra superiore a tutti.

2° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Uragano Jet ha condizione apprezzabile e gradisce il doppio chilometro, distanza che gli da la possibilità di carburare gradualmente. Di sferrarlo non se ne parla, l’abbiamo ripreso correndo con l’alluminio e resterà con questo assetto.

3° corsa
Filippo Gallo:
Argentina Jet sta correndo in maniera proficua ma avrei preferito una corsa sulla lunga distanza. Questo perché quando non le dai il tempo di organizzarsi si anima troppo e non rende come dovrebbe.

4° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Ubi Ek l’ho interpretata già in qualche occasione e ne conosco le caratteristiche: è un soggetto nevrile che può crearti problemi quando si innervosisce. L’ultima è valida, credo che se tutto fila liscio possa avere chance.

5° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Ace di Girifalco è al debutto e corre per fare esperienza, Adriatico Jet è entrato in scuderia da qualche tempo ed ha effettuato lavori validi. Ha caratteristiche da passista e dovrebbe trovarsi a suo agio sulla distanza.

6° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Zoe dei Veltri ha forma considerevole ma vince parecchio e purtroppo ha il programma chiuso. E’ costretta ad affrontare contesti troppo qualificati, l’ultima volta ha corso in 1.57 per arrivare ultima. Speriamo di agguantare un compenso.

7° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Zaffiro Giulia è un soggetto molto caratteriale, corre meglio in un contesto impegnativo che quando si esprime nella sua categoria di appartenenza. Insomma, non lo consiglio ma spero di piazzarmi.

8° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Valzer Spin ha sbagliato in retta con Giorginho, in un contesto qualificato. La distanza è adatta alle sue caratteristiche ma è importante che ci sia selezione, in modo da poter sfruttare la violenta frazione finale.



analisi delle corse

1° CORSA
Miglio per anziani di categoria G, affidati ai gentlemen: campo omogeneo, Pecchiaiolo Jet è candidato a rompere gli equilibri ma solo se evidenzia un progresso rispetto alla forma recente. Tina Mail ha avuto svolgimento contrario al rientro, la lunga retta d’arrivo può esaltarne lo spunto. Vicini nella valutazione sono anche Nasdaq, rivisto pimpante di recente, il rientrante Tudor Dany Grif, solitamente valido in condizioni di freschezza e St John Verynice, molto competitivo sulla forma di due mesi fa. Tysonper parte da posizione penalizzante, è probabile che gli venga male come l’ultima volta.

2° CORSA:
Ancora una categoria G, questa volta sul doppio chilometro, in sulky i prof: declassato Urali Sm, l’allievo di Minopoli corre contro la rottura. Più complicato scegliere la prima alternativa, potrebbe esserlo Vino Rosso ma recentemente ha evidenziato grosse difficoltà d’andatura nelle dritte. Lo sarebbe Udue degli Ulivi ma anche lui con il tempo è diventato inaffidabile, ipotizziamo che non gradisca l’assetto AP, pure nella vittoria record di Pontecagnano fu incerto in avvio. Abbiamo pensato ad Uragano Jet che si esalta sulla distanza e potrebbe osare, dopo tantissimo tempo, un assetto AP.

3° CORSA:
Condizionata per tre anni: l’ospite Apollo Effe è un tardivo, gradualmente sta migliorando e impostando al comando, dovrebbe avere grosse chance di successo. I principali avversari dell’ allievo di Casillo si trovano in seconda fila, Achille Caf ed Audacez sono sicuramente quelli più in forma e temibili. E’ piaciuta l’ultima di Acerogal con Peppe Luongo, il figlio del grande Tonino, un posto nel marcatore potrebbe ritagliarselo. Amadeuss e Argentina Jet sono in grado di farsi notare di spunto, A Sexyqueen Par è ancora alle prese con problemi caratteriali.

4° CORSA:
Miglio per femmine anziane di categoria F: abbiamo individuato un gruppetto di possibili protagoniste, capeggiato, per una questione di forma e duttilità, da Velvet Dany e Velvet Line, la prova recente di quest’ultima è deludente ma interpretabile. Ci sta molto bene la bisbetica Ubi Ek, soprattutto se dovesse adattarsi all’ennesimo cambio di mano, condizione che non la aiuta nell’aspetto caratteriale. Ulfa e Valentina Laser sono sembrate in progresso, Ughian va rispettata ma preferisce chiaramente il doppio chilometro, Smart è incostante.

5° CORSA:
Doppio chilometro per tre anni di minima: complicato, non abbiamo dubbi che il più potente sia Aldo Baglio che però ha difficoltà evidenti di impiego ed inoltre, corre anche mercoledì a Roma, comunque resta il nostro favorito. Adriatico Ok ha buona genealogia ed è presentato da un team “ velenoso “, sarà sicuramente un osservato speciale nelle fasi che precedono il match. Antonio Leone è sempre seguito al gioco ma fin’ora ha fatto vedere poco. Angelico e Arrow Verynice stanno crescendo, Ale Capar è la carta di Tony Young, Ablativo quella dell’Omino.

6° CORSA:
Clou della serata, doppio chilometro per quattro anni: il primo concetto che abbiamo imparato nel mondo dell’ippica è che le corse non sono mai vinte prima di disputarle ma nella situazione che stiamo analizzando, l’ospite Zap di Girifalco sembra veramente netto. Il rendimento di Zio Salvio Jet è encomiabile, in carriera solo quattro volte è uscito fuori dal marcatore, merita di essere considerato come principale candidato alla piazza d’onore, nei confronti di Zingaro Doc, più a suo agio senza ferri anteriori. Zara può essere la sorpresa.

7° CORSA:
Miglio per quattro anni: le prestazioni recenti parlano a favore di Zarina Wf e in seconda battuta, di Zower Cc Sm, ma bisogna evidenziare che si tratta di soggetti pochissimo vincenti, la loro prima ed anche ultima volta, risale alla scomparsa del Papa. Zaanda è “ misteriosa “: da dicembre a gennaio scorsi è andata di lusso, in seguito ha avuto un calo notevole e la ricomparsa non incoraggia affatto. Zeta Zeta Blues è veloce ma poco incisiva, Zaffiro Giulia e Zuelgal alterni, ZeudI Araya potrebbe sorprendere in determinate condizioni tattiche.

8° CORSA:
Si chiude la serata con una bella corsa, qualitativa ed omogenea, per di più su distanza selettiva: Vernasso Jet è sicuramente quello più in forma, se va davanti dovrà mandarne uno ed il rischio che poi ne passi un altro è concreto, dovrà avere un pizzico di fortuna per imporsi. Vicking Trebì ha forma altalenante ma se al top, nel senso che trotti decentemente, può “ macinarli “ girando al largo. Condizione ritrovata quella di Viola Jet che però preferirebbe esprimersi nelle primissime posizioni. Vaughan Bi e Valzer Spin hanno fondo, pure gli altri partecipanti possono inserirsi.

1° CORSA:
1 Pecchiaiolo Jet+++
4 Tina Mail
2 Tudor Dany Grif++
3 Nasdaq
9 St John Verynice+
14 Tysonper

2° CORSA:
12 Urali Sm+++
11 Uragano Jet
8 Udue degli Ulivi++
7 Vino Rosso
4 Uconway+
1 Voodoo Grif

3° CORSA:
3 Apollo Effe+++
11 Achille Caf
14 Audacez+
5 Acerogal
10 Amadeuss+
9 Argentina Jet

4° CORSA:
2 Velvet Dany+++
5 Velvet Line
3 Ubi Ek++
10 Ulfa
12 Valentina Laser+
11 Ughian

5° CORSA:
13 Aldo Baglio+++
11 Adriatico Jet
2 Antonio Leone++
12 Angelico
10 Ale Capar+
1 Arrow Verynice

6° CORSA:
7 Zap di Girifalco+++
2 Zio Salvio
3 Zingaro Doc++
5 Zara+

7° CORSA:
11 Zarina Wf+++
10 Zower Cc Sm
1 Zaanda++
6 Zeta Zeta Blues
9 Zeudi Araya+
3 Zuelgal

8° CORSA:
2 Vernasso Jet+++
6 Vicking Trebì
5 Vaughan Bi++
8 Viola Jet
7 Valzer Spin+

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 113 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.