commento 5 agosto 2019

Il ritorno al successo di Alloro Jet si è rivelata la notizia di maggiore interesse scaturita dal convegno serale svoltosi all’ippodromo del Garigliano.

L’allievo di Vincenzo Villani, lo scorso anno, di questi giorni, si mostrava come uno dei soggetti più interessanti visti all’opera sull’anello pontino ma il seguito non è stato pari alle attese. Il figlio di Pine Chip ed Ogiva Jet aveva dato segnali di ripresa all’ultima uscita e in questa circostanza si è imposto a media di 1.13.4. Lo svolgimento ha visto il favorito Ardesio prendere l’iniziativa, mentre Alloro Jet scendeva in seconda posizione sul finire della prima piegata, favorito dalla presenza all’interno del compagno Amalfi Jet ( a piedi sia Vincenzo Villani che Elena Villani per 6 gg, Cod C24 ). Dopo seicento metri ha iniziato la progressione l’atteso Adorni Grif che però sbagliava all’imbocco della piegata finale, favorendo l’uscita esterna di Alloro Jet che sottometteva il labile leader Ardesio, difendendosi contemporaneamente dal serrate di Avorio Jet. Always Bi ha approfittato della rottura in zona traguardo di Ardesio per conquistare l’ultimo gradino del podio.

In apertura, è arrivato il primo successo in carriera per la qualitativa Amelie Gar ( Varenne e Nakitast ), dopo una sequenza di dieci risultati negativi a seguire. L’allieva di P.L. D’ Angelo ha preceduto le valide Aura Sl e Atena Breed.

Nella gentlemen, l’agganciamento tra Vulcanus Etoile e Ubbro di Azzurra ha favorito l’affermazione di Virus Cas e Michele Immobile.

Zalone Jet ha dominato la prova riservata ai quattro anni di minima, dimostrando di poter fare molto meglio.

A seguire è arrivato il doppio del giovane Crescenzo Maione che ha condotto al successo Vernasso Jet e Zeria di Casei, il primo in gestione da leader, il secondo intervenendo al mezzo giro finale.

Tuono Cros ha approfittato della buona occasione a disposizione, una categoria, la G, che proprio non lo vale.

Molto combattuta la categoria E, abbinata alla TQQ: in fondo è emersa la classe di un cavallo fantastico quale Global Manhattan, subito vincitore all’ennesimo rientro di una lunga carriera, a tutto merito di Anna e Mimmo Luongo. Seneca Grif, pizzicato in prossimità del traguardo, ha dovuto accontentarsi della seconda moneta, precedendo Sans Souci Font, Volton Jet e Veliero..

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 130 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.