presentazione 10 agosto 2019

Il 10 agosto è, notoriamente, la notte di San Lorenzo e dunque la notte delle Stelle, molte delle quali brilleranno anche sulla pista del Garigliano. Dodici corse rappresentano un’autentica maratona ma d’estate ci si può pure concedere un’abbuffata, a patto che non si esageri.


Programma Ufficiale

Cominciamo la disamina dalla prova riservata alle femmine di due anni: Bahamia per proprio conto, almeno così dovrebbe essere, molte le pretendenti alla piazza d’onore, quella che convince maggiormente è Brezzapura Spin.

Up Right Bi vincente consigliamo nella prima batteria del Federnat, Virtuale il naturale avversario. Ma quanto ci attizza Marlon Om! Più vicino ai quattordici anni che ai tredici, il portacolori di Luigi Farina può riuscire nell’impresa di raggiungere la finale.

Seconda batteria che vede Very Joy nel ruolo di favorito, anche se tra gli avversari si annida più di un’ insidia, soprattutto dal punto di vista tattico. Qua vogliamo provare con un’intuizione a sorpresa che riguarda la piazza di Utopia Luis.

Terza ed ultima batteria: tra Von Wise As e Visia Spin, i più titolati della prova, potrebbe metterci il naso Sesar Starlight, ipotesi plausibile.

Non è facile da risolvere il rebus che riguarda l’invito per quattro anni: non c’è dubbio, il cavallo da battere è Zibibbio Mdm ma dalla seconda fila dovrà sudarsela. L’ultimo Zerozerosette Gar non ci ha impressionato ma se si fosse ripreso, potrebbe andare davanti e giocarsela da protagonista. Uno svolgimento movimentato metterebbe in corsa Zetaway Fox e Zippy Freedom Lf, decidete in base alle quote.

Nella Targa d’Oro, prova abbinata alla TQQ, altra corsa molto equilibrata, siamo orientati verso Vagabondo, in alternativa Tedo Luis.

Passiamo alle due corse più attese della serata: tra le quattro anni giochiamo Zaniah Bi vincente, nelle tre anni Ampia Mede Sm piazzata e vincente.

Per concludere, sono programmate anche le due eliminatorie del Palio dei Comuni: Tina Turner nella prima e Tess Ob Sonic nella seconda sembrano due favorite “ consistenti “. Diversamente, si può optare per Vesna da un lato e Ulaz dall’altro.



Parola ai Protagonisti…

1° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Brezzapura Ferm è una cavalla in cui credo molto, in prospettiva le sensazioni sono estremamente positive. Dopo il debutto è rimasta tranquilla, non è prontissima ma spero proprio di agguantare la piazza d’onore, dietro Bahamia.

2° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Marlon Om è commovente per l’impegno che ci mette in ogni occasione ed i risultati che riesce ad ottenere, nonostante gli anni. Il contesto è selettivo ma credo che un posto in finale possa conquistarlo.

3° corsa
Alessandro Gocciadoro:
Unity di Poggio ha scalato diverse categorie e di corsa in corsa, migliora anche per quanto concerne la maneggevolezza. Contrastare un cavallo del livello di Very Joy mi sembra complicato, però può andare davanti e fare 1.56.

4° corsa
Alessandro Gocciadoro:
Sia Von Wise As che Visia Spin godono di ottima condizione, le posizioni di partenza favoriscono il maschio che può in breve andare sui primi e gestirla tatticamente, anche scoperto. Visia Spin, magari, potrebbe sfruttarne la scia.

5° corsa
Giorgio D’Alessandro Jr:
Zoe dei Veltri correrà sferrata, forte del numero allo steccato si trova nelle condizioni ideali per rendere al massimo. E’ chiaro, l’impegno è piuttosto complicato ma sono certo che potrà aggiornare il suo limite personale.

6° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Trupiale Jet è un cavallo molto duttile, sa adattarsi a diverse situazioni ma il contesto attuale sembra abbastanza impegnativo. Dovrebbe andare tutto per il meglio, trovare una posizione senza spendere, per venderlo tra i premiati.

7° corsa
Alessandro Gocciadoro:
La condizione è la medesima per le mie allieve, pure Ziva Ek è cresciuta molto. Zabrieskie Ok e Zaniah Bi quelle che si contendono il successo ma merita molta considerazione pure Zealand As, soprattutto se può piazzare lo spunto da vicino.

10° corsa
Alessandro Gocciadoro:
La condizione di Vesna è eccellente ma di recente le evenienze tattiche l’hanno penalizzata molto. Mi auguro che abbia più fortuna in questa circostanza, Tina Turner è chiaramente la cavalla da battere.

11° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Questa corsa era da tempo il nostro obiettivo principale e adesso che ci troviamo ad affrontarla con dei buoni propositi, speriamo che si concretizzi il sogno. L’intenzione è quella di andare davanti e poi si vedrà.

12° corsa
Vincenzo D’Alessandro Jr:
Tursiope Jet è stata deludente a Cesena, questo perché nell’ultimo periodo aveva lavorato di meno, era un po’ troppo “ grossa “. Intensificando un po’ i lavori, con una corsa in più nelle gambe, dovrebbe avvicinarsi al suo abituale standard.



analisi delle corse

1° CORSA
La Notte delle Stelle si apre con una condizionata per femmine di due anni: con i puledri è consigliabile usare sempre un pizzico di cautela ma potremmo dire, tranquillamente, che Bahamia, ammirata all’esordio napoletano, valga un betting bassissimo. Delle altre, quella che da maggiori garanzie è Brezzapura Ferm, veloce al via e diligente ma hanno buone credenziali pure Bay One San, errore a parte, Barbara San, autrice di qualifica discreta e Beausoleil Wf, forse ancora indietro di preparazione ma qualitativa. Bqueen dei Veltri è da rivedere dopo il debutto poco trottante.

2° CORSA
Prima batteria G.P. Federnat – Memorial Cesare Meli: Up Right Bi è il naturale favorito, poche volte gli è capitato di correre in costruzione ma ha dimostrato di non avere difficoltà di questo tipo. Va forte, molto forte, Virtuale però, spesso ci sbagliamo, sembra il classico cavallo che quando non c’è Di Nardo a bordo peggiora di qualche secondo. Se fosse solo un discorso di classe e trascorsi, Marlon Om avrebbe già vinto, comunque sembra vivere l’ennesima giovinezza. Anche Pato Effe è in gran forma, Severino va a corrente alternata ma è meglio non sottovalutarlo.

3° CORSA
Seconda batteria G.P. Federnat – Memorial Cesare Meli: non c’è dubbio che il cavallo da battere sia Very Joy, l’ultima non è brillante ma c’è da considerare che lo svolgimento è stato avverso. Tyl Etoile non è sempre disponibile ma quando la vedi girare di fuori a Shiva Ferm con disinvoltura, ti rendi conto che possiede un potenziale considerevole. Va fortissimo Unity di Poggio, non se ne conoscono ancora i limiti, l’unica debolezza può averla in allineamento. L’ultima di Valchiria Spin è una performance da circoletto rosso. Fate attenzione a Utopia Luis, non dite che non ve l’avevo detto.

4° CORSA
Terza batteria G.P. Federnat – Memorial Cesare Meli: anche in questa circostanza c’è il cavallo, alla carta, declassato, parliamo di Von Wise As che non ha sfigurato neanche nelle due corse estere. In sulky all’allievo di Gocciadoro ci sale per la prima volta Federico Rescio che, sicuramente, avrà preso confidenza in lavoro. L’opposizione è composta dalla compagna di training Visia Spin, temibile qualsiasi sia lo schema, imbattibile se si ritrovasse al comando, e Sesar Starlight, rappresentante della forma locale e non solo. Preferiamo Victory Wind e Ulisse Effe agli altri tre.

5° CORSA
Invito per soggetti di quattro anni: corsa abbastanza equilibrata, il migliore è sicuramente Zibibbio Mdm che ricompare dal quinto posto del Triossi. L’allievo di Ferruccio Capanna possiede una punta di velocità considerevole che, però, rischia di piazzare da lontano, nel caso non trovi la schiena giusta. Le principali alternative sono Zerozerosette Gar, velocissimo in partenza ed il rientrante Zippy Freedom Lf, anch’esso in possesso di trascorsi considerevoli. Possono verificarsi i presupposti perché si inserisca Zetaway Fox, passista che si esalta in caso di corsa selettiva.

6° CORSA
Targa d’Oro: invito per anziani, in sulky i gentlemen con guide a sorteggio,TQQ. Il nostro favorito è Vagabondo che all’ultima uscita ha sbagliato sulla piegata conclusiva, quando si preparava a piazzare lo spunto. Vicino nella valutazione è Tedo Luis, cresciuto a dismisura con il training di Raf Chiaro, ma poco competitivo l’ultima volta, brutto di meccanica. Uriel tiene la forma da tempo e sa adattarsi ad ogni schema, stesso discorso vale per la saura Sterlyng. Sembra essersi ritrovato Roger degli Ulivi, a suo agio sulla distanza, possibili sorprese Re Robintor, Rally Regal, Toronto As e Understand.

7° CORSA
Finale Campionato Femminile dei quattro anni, gruppo due: Zaniah Bi va preferita, seppur di poco, a Zabriskie Ok, la presenza dell’ Ingegnere in sulky non può essere considerata un’incognita in quanto l’ha interpretata fin dagli esordi. La Conway Hall affidata a Vecchione è candidata ad assumere l’iniziativa e rimanerci, mentre Zealand As, sveltitasi in partenza, cercherà di sistemarsi seconda, Zeugma d’Amore, soggetto diligente, vorrà impedirglielo. Lo spunto di Zigulì dei Greppi , quello di Zuid Afrika Jbay o anche di Ziva Ek potrebbero esaltarsi sulla lunga retta pontina.

10° CORSA
Prima batteria Palio dei Comuni, Memorial Antonio D’Angelo: Tina Turner naturale favorita, di recente è stata valida anche in prima categoria e merita il pronostico. L’iniziale battistrada sarà Venus Ferm, con il numero al largo non la scavalca nemmeno Jef’s Spice, disposta però a dar strada. Chi di quelle all’esterno si presenterà per prima? Probabilmente proprio la favorita ma Legati non vorrà stare a guardare e potrebbe provare ad anticiparla. Riepilogando, Tina Turner favorita, Vesna la principale alternativa, poi Venus Ferm e Zero Girl Par.

11° CORSA
Finale Campionato Femminile dei tre anni, gruppo due: Audrey Effe è la consacrata reginetta delle tre anni, ha affrontato la distanza con disinvoltura, merita chiaramente il pronostico anche se la lunga retta d’arrivo lascia delle speranze anche alle altre partecipanti. Sarà ambita la scia della favorita che dovrebbe essere appannaggio di Ampia Mede Sm, in grande evidenza nell’eliminatoria. C’è poi da fare i conti con Arnas Cam che a Torino ha fornito una prestazione notevole, con Amelie Kyu Bar e Alouette che possiedono credenziali importanti, Amita Spritz, ben posizionata e le due protagoniste di Follonica, Allegra Gifont e Ariala Cash Sm.

12° CORSA
Seconda batteria Palio dei Comuni, Memorial Antonio D’Angelo: Tessa Ob Sonic, vincitrice in carica, viene da un periodo discreto ma non eccelso, il ritorno al training di Casillo e la guida di Di Nardo dovrebbero riportarla ai fasti dello scorso anno. Tecnicamente, la principale alternativa risulta Vaniti Bar che però ha fatto meglio quando è andata in trasferta in Francia che nelle sue apparizioni locali. Quindi c’è spazio anche per le altre, in particolar modo la velocissima Ulaz, sfortunata a Pontecagnano e Upper Dany, non male la prima per D’ Alessandro sr. Tursiope Jet e Urbs Par non sembrano al top.

1° CORSA: 3 Bahamia+++
8 Brezzapura Spin
6 Bay One San++
5 Barbara San+

2° CORSA: 8 Up Right Bi+++
9 Virtuale
5 Marlon Om++
7 Pato Effe
4 Severino+

3° CORSA: 8 Very Joy+++
3 Tyl Etoile
2 Unity di Poggio++
7 Valchiria Spin+

4° CORSA: 8 Von Wise As+++
6 Visia Spin
7 Sesar Starlight++
4 Victory Wind+

5° CORSA: 10 Zibibbio Mdm+++
7 Zerozerosette Gar
3 Zetaway Fox++
8 Zippy Freedom Lf
1 Zoe dei Veltri+
9 Zio Salvio Jet

6° CORSA: 10 Vagabondo+++
14 Tedo Luis
9 Uriel++
12 Roger degli Ulivi
11 Sterlyng+
3 Re Robintor

7° CORSA: 11 Zaniah Bi+++
5 Zabriskie Ok
3 Zealand As++
2 Ziguli’ dei Greppi
1 Zeugma d’Amore+
4 Ziva Ek

10° CORSA: 6 Tina Turner+++
5 Vesna
3 Venus Ferm++
4 Zero Girl Par

11° CORSA: 4 Audrey Effe+++
3 Ampia Mede Sm
5 Arnas Cam++
2 Amelie Kyu Bar
10 Alouette+
1 Anita Spritz

12° CORSA: 5 Tessa Ob Sonic+++
4 Ulaz
6 Vaniti Bar++
1 Upper Dany+



il “punto” sulla Tris

10 Vagabondo
In questa categoria può fare la voce grossa, se al top è in grado di risolvere con un solo parziale.

14 Tedo Luis
Anche lui è dotato di parziale risolutivo, l’ultima prestazione, brutto di meccanica, è in controtendenza con le precedenti.

9 Uriel
Ha imparato ad adattarsi ad ogni tipo di svolgimento, dotata di coraggio e duttilità, conta parecchio.

12 Roger degli Ulivi
E’ tornato a buoni livelli, parte con prudenza e si esalta quando davanti litigano. E’ uno dei migliori.

11 Sterlyng
Più abituata ad agire nelle prime posizioni, è esemplare nel comportamento in corsa. Tiene la forma tutto l’anno.

3 Re Robintor
Passista, con gli anni un po’ caratteriale, bisognoso di una mano “ consistente “ che trova nell’occasione, conta.

7 Rally Regal
L’ultima non fa testo perché non ama gli svolgimenti tattici. Peccato per il numero ma può comunque far bene in caso di corsa selettiva.

13 Toronto As
Cavallo di qualità che sembra aver smarrito i migliori motivi. Per essere all’arrivo deve correre solo la retta.

8 Understand
E’ in forma, il contesto può essere alla sua portata ma non gradisce i passaggi, per cui lo svolgimento dovrà favorirlo.

4 Virdis Effe
Si giocherà molto al via: la sua posizione ideale è alle spalle del battistrada e non gradisce gli “ stop and go “. Da piazzamento marginale.

2 Roby
Diligente, sa fare un po’ di tutto. Si è assentato per quasi due mesi, ciò rende complicato quantificarne le chance.

1 Serrada Alor
L’ultimo è stato il periodo peggiore dell’intera, valida carriera. In venticinque giorni di stop potrebbe essersi ripresa, chissà.

5 Trupiale Jet
A Pontecagnano si è limitato ad un rientro “ soft “. Potrebbe essere più pronto ma preferisce chiaramente corse con i nastri.

6 Serafino Hp
Rende maggiormente quando parte con i nastri, almeno sui duemila. E’ l’ultimo della selezione ma non è assolutamente tagliato fuori.

Emilio Migliaccio
About Emilio Migliaccio 130 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.