presentazione 12 luglio 2022

All’ippodromo di Santi Cosma e Damiano cominciano le qualificazioni del Torneo dell’Avvenire, manifestazione riservata agli under 32 che dà la possibilità ai giovani driver di mettersi in evidenza e il vincitore dell’atto conclusivo acquisisce il diritto di partecipare al Campionato Guidatori di Montegiorgio. (© 2022 Emilio Migliaccio – Trotto & Turf )
Il convegno è aperto dai gentlemen, in sulky a soggetti di quattro anni: se la quota permette si può dare ancora una chance a Cecco Capar che nelle ultime due uscite ha mandato “ a mare “ gli scommettitori. Qualche problema di meccanica c’è ma il numero sembra ideale per farlo rilassare nelle fasi iniziali e trovare l’azione giusta per puntare in avanti. In alternativa all’allievo di Immobile si può pensare a Classicgal e Con Te Bella.

A seguire, scenderanno in pista i due anni al debutto e questo è un momento atteso un po’ da tutti: dai proprietari che sognano di avere un cavallo importante, agli allenatori che sperano si possa concretizzare il lavoro fatto negli ultimi dieci mesi, più o meno, dalla doma al training necessario ad arrivare all’esordio. Anche gli esperti seguono particolarmente questi momenti, cercando tra i tanti il possibile crack. Dalle qualifiche si è evinto che Egeo Breed ( Napoleon Bar ) ha buone qualità; al momento sembra più pronto dei cinque avversari, anche se la meccanica non è ancora pulita, tra i quali possono far bene il compagno di allenamento Enzo del Ronco ( Ideale Luis ) e Endoven ( Oropuro Bar ). Anche Eros Pred ha le sue carte da giocare, tra l’altro il suo team ha vinto già tre corse riservate ai due anni in questo primo scorcio.

Molto aperte le due prove riservate al Torneo dell’Avvenire: nella prima consigliamo di valutare la quota piazzata di Baltimora Zack, a suo agio nella categoria. La seconda è ancora più incerta, un’idea potrebbe riguardare Zerotondo Zan che all’ultima uscita è sembrato in ripresa.

Nel mezzo c’è una corsa per femmine di quattro anni che ha in Camerondiaz Treb la cavalla da battere e Crystal Grif la prima alternativa, Carola Grif cercherà di intromettersi tra le due.

La sesta è sicuramente la prova più qualitativa ed equilibrata della serata: si può provare a seguire Bigvarenne Fas che è rientrato con uno splendido percorso esterno. Il cavallo da battere rimane Barbacarlo, cavallo duttile, capace di adattarsi ad ogni schema e con forma certificata. Il vantaggio di partire in prima fila dà la possibilità a Dasio Risaia Trgf e Doral Bi di essere protagonisti fin dalle prime battute. Pur apprezzando l’ultima del cavallo affidato a Simioli, diamo una lieve preferenza che quando va liscio sa esprimere un’enorme punta di velocità.


Programma Ufficiale


analisi delle corse

1° CORSA:
Le due rotture recenti mettono dei dubbi sulla forma di Cecco Capar, molto giocato giovedì, che stavolta ha la possibilità di partire in prima fila, siamo disposti a dargli ancora fiducia. Sono in gran forma Classicgal, anche portato per la distanza e Con te Bella, impegnata pure domenica a Taranto ma, fin’ora, predisposta per gli impegni ravvicinati. Cars dei Daltri ha bisogno di filtrare nelle prime posizioni per impegnarsi al massimo, Cuza Many ha evidenziato doti di regolarista, svelto in partenza e diligente. Cosimo Tor è in forma ma ha concluso poco con il gentlemen, l’ultima volta non ha voluto saperne di allinearsi.

2° CORSA:
Nulla di scontato. L’unico che conosce il tracciato è Eros Pred che si è qualificato in maniera positiva, cavallo da 2.05 o qualcosa in meno sul miglio. Il solo ad esprimersi sul doppio chilometro è stato Enzo del Ronco, prospetto interessante e da non sottovalutare, anche se Mario Minopoli è partente con Egeo Breed, per cui affidiamo a lui la palma di favorito. Il figlio di Napoleon Bar è piuttosto acerbo, con meccanica da perfezionare ma possiede il parziale che può fare la differenza. Endoven è partito piano e si è impegnato in un giro conclusivo cronometro 1.17, per cui attenzione. Edwin Ors può crescere rispetto alla qualifica.

3° CORSA:
Il cavallo che più di tutti mette insieme forma e adattamento alla distanza è Akhir By Breed, poi dipende anche da come verrà improvvisato. Brivido Jet non è sicuramente quello apprezzato lo scorso anno ma qualche segnale di ripresa lo ha dato all’ultima uscita. Su un’ottima forma può far leva Antelao Jet che trova una posizione di partenza favorevole. Baltimora Zack si esalta quando trova svolgimenti movimentati, stesso discorso vale per Ariel Cup che però manca dall’attività agonistica da cinquantacinque giorni. Sorpresa Anaby Pan che sta sbagliando ma possiede potenziale valido.

4° CORSA:
Camerondiaz Treb, seppur con chance infinitesimali, aveva provato il Carena, lo sottolineiamo per rendere l’idea della caratura dell’allieva di Ossani che però ha vinto solo due volte in carriera. In ogni caso è una favorita evidente. Carola Grif sta correndo con profitto, ha caratteristiche da opportunista e deve evitare di restare di fuori. Chi ha forma decisamente a freccia in su è Crystal Grif, sembra la prima alternativa a Camerondiaz Treb ma anche in questo caso sarà costretta a costruire e con la favorita davanti non sarà facile. Cocobella, Camilla Nap e Cobra Fas le sorprese.

5° CORSA:
Può accadere di tutto. Proviamo con Zetondo Zan che all’ultima uscita ha dato qualche segnale di ripresa, nei confronti di Zibaldone Jet che, pur senza eccellere, corre costantemente intorno al 2.01. Una Bigi King, al rientro, è peggiorata di meccanica in retta d’arrivo, cosa che le accade sovente ma la prestazione rimane positiva. Se non spende energie importanti in avvio può essere della partita. Patrick As potrebbe dir la sua ma le ultime sono proprio brutte, poi i rientranti Sereno Op, Zeta Jet e Zeta Tav, difficilmente valutabili.

6° CORSA:
Bella corsa. Il favorito rimane Barbacarlo ma dalla seconda fila sarà sicuramente più complicato emergere, soprattutto se dovesse venir ebne a Bigvarenne Fas che al rientro ha fatto un numero, proprio contro il favorito. Aaron Smith Treb avrebbe preferito più metri, però si tratta del classico cavallo che quando va in pista dimentica gli acciacchi. Ce ne sono diversi con queste caratteristiche: Bellini Grif ha un’ottima velocità di base, Bizet Rab potrebbe filtrare dalla seconda fila, Buggea Pax non trottava il 28.06 ma in precedenza aveva stracorso. Da non escludere del tutto un inserimento di Abracadabra Effe e Aleuron.

7° CORSA:
Le migliori posizioni sono di Dasio Risaia Trgf, probabile battistrada e autore di eccellente percorso all’ultima, e di Doral Bi, non sempre centrato di meccanica ma in possesso di potenziale notevole. Delon Grif può lottare la corsa ma deve indovinare il lancio in scia alla veloce Diana del Circeo. Donatuss ha dimostrato di avere qualità, Dorian Jet alterna percorsi ottimi ad altri deludenti, Dark Ors affronta contesto alla sua portata ma con sistemazione piuttosto scomoda. Sorprese Donna D’Amore Sm, prima per Domenico Minopoli, Diana del Circeo e Dangerous Glory.

 

1° CORSA:
6 Cecco Capar+++
10 Classicgal
11 Con Te Bella++
9 Cars dei Daltri
5 Cuza Many+
7 Cosimo Tor

2° CORSA:
1 Egeo Breed+++
2 Enzo del Ronco
3 Endoven++
4 Eros Pred+

3° CORSA:
7 Akhir By Breed+++
1 Brivido Jet
3 Antelao Jet++
4 Baltimora Zack+

4° CORSA:
2 Camerondiaz Treb+++
4 Carola Grif
6 Crystal Grif++
1 Cocobella
5 Camilla Nap

5° CORSA:
2 Zerotondo Zan+++
1 Zibaldone Jet
6 Una Bigi King++
5 Patrick As+

6° CORSA:
11 Barbacarlo+++
2 Bigvarenne Fas
6 Aaron Smith Treb++
3 Bellini Grif
10 Buggea Pax+
9 Bizet Rab

7° CORSA:
5 Dasio Risaia Trgf+++
3 Doral Bi ( S )
8 Delon Grif++
10 Donatuss
11 Dorian Jet+
7 Dark Ors

About Emilio Migliaccio 214 Articles
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.