presentazione 23 agosto 2022

In attesa della finale del Torneo dell’Avvenire, l’ippodromo di Santi Cosma e Damiano propone un programma variegato, imperniato sulla disputa della TQQ, abbinata ad una prova per anziani di categoria G. Per la scommessa singola abbiamo scelto di consigliarvi Acquamarina Ross, sulla quale l’unico dubbio è legato alla lentezza iniziale, se non dovesse vincere almeno si piazza. (© 2022 Emilio Migliaccio – Trotto & Turf )
La prima corsa è quella di minor livello di tutta la serata: l’idea giusta potrebbe riguardare Bayron Rl che, più di tutti, gradisce la distanza ma la lotta per la vittoria è aperta pure a Bruno del Brenta, Bob Marley Jet e Alcatraz Geo. Complicata pure la successiva, riservata ai gentlemen: chi non volesse scervellarsi troppo, potrebbe scegliere la giocata di Cars dei Daltri, anche se non avrà una quota particolarmente allettante. Big Jim Lf non va forte come qualche tempo fa ma è diventato più affidabile, per cui è probabile che riesca a risolvere la condizionata per cinque e sei anni. Bella Ciao rappresenta ogni volta la scommessa piazzata di chi preferisce rivolgersi a cavalli duttili e regolari. Nella prova riservata alle femmine di tre anni, molto potrebbe decidersi in avvio: dovesse girare un po’ la fortuna dalla sua parte, Dakota possiede i mezzi per risolverla. Lo stesso discorso si può fare pure per la penalizzata Duna di Girifalco, chance corpose vanno accreditate anche a Duriba Jet e Devil Red Selfs. La quinta corsa è riservata ai puledri: ci ha impressionato Ernest Jet che sembra un due anni di valore ma va messa a posto la meccanica che non è proprio il massimo, quindi, se potete, vedetelo sgambare. Tra gli altri, ci aspettiamo una prova migliore della datata qualifica da parte del qualitativo Eolo Fks. L’ultima corsa da analizzare è la sesta, riservata a tre anni “ maiden “: la prima vittoria in carriera sembra a portata di mano di Didier Cup, per il quale parlano le recenti prestazioni, decisamente le migliori tra tutti i partecipanti.


Programma Ufficiale


analisi delle corse

1° CORSA:
Si comincia con una condizionata per cinque e sei anni dal livello basso: Bayron Rl, Bob Marley Jet ed Alcatraz Geo sono terminati in linea l’ultima volta. Va sottolineato che Bob Marley Jet ha corso da protagonista mentre gli altri due hanno atteso la retta d’arrivo per entrare in scena ma il più adatto alla distanza sembra Bayron Rl. Bruno del Brenta affronta la trasferta dalla Toscana con nello score una prestazione valida, alla quale è seguita un’altra deludente. Gli altri tre stanno andando piano ma il divario è piccolo, per cui non sono escluse sorprese.

2° CORSA:
Il fatto che in sulky ci siano i gentlemen non vincitori di quaranta corse in carriera complica il pronostico più di quanto non lo sia già. Si potrebbe dare ancora fiducia a Caseri, con favorevole posizione di lancio, ma le ultime inducono ad avere dubbi. Potrebbe vincere Coltrane Run, ostacolato al via sabato sera, se si adattasse alla mano del suo interprete. Quello che da maggiori garanzie, se si esclude una certa avversione per i passaggi, è Cars dei Daltri, affiatato con Donadio. Non c’è dubbio che in una valutazione generale abbiano chance pure Cosmo Lux, Chopin Grif, Corsaro Black e Chapeau Roa.

3° CORSA:
Ci troviamo di fronte ad una maggioranza di concorrenti dal rendimento non proprio lineare, comunque Big Jim Lf, che almeno adesso trotta, dovrebbe avere qualcosa in più a tutti. Boko ne ha infilate diverse positive, di seguito, deve correre coperto ma ha chance corposa. In quanto a regolarità, Bella Ciao è una campionessa. Belvolo si esalterebbe se dovesse venire movimentata, eventuale condizione che favorirebbe anche Baldwin e Ariel Cup. La decaduta Baciata dai Font scende di livello ma le sue prestazioni non convincono a pieno, Air Force One Fas bisogna trovarlo nella giornata giusta.

4° CORSA:
Seconda Tris: abbiamo la convinzione che, dopo una serie di prove sfortunate, possa esprimersi compiutamente Dakota, le diamo una lieve preferenza nei confronti della penalizzata Duna di Girifalco, anch’essa alle prese, nelle ultime disputate, con la dea bendata. Duriba Jet è pericolosa se non corre da protagonista e può piazzare lo spunto da vicino, Devil Red Selfs è ormai pronto per un primo piano, uscendo bene dai nastri se la gioca. Prima sorpresa la rientrante Dea Ors, poi Dunamar e Derek Ido che però, entrambi, stanno correndo male. Demis Rab è un regolarista ma alza il tiro.

5° CORSA:
Ernest Jet potrebbe essere un soggetto importante, però deve perfezionare la meccanica, vediamolo sgambare. Eolo Fks, pur arrivando terzo, è piaciuto nella datata qualifica, potrebbe essere migliorato parecchio. Il francese Krakatoa Bar, falloso all’esordio, sa partire sollecito e vale 2.04, stessa misura può fare Esteban Truppo, in errore sulla piegata finale a Pontecagnano. Elton Grif è, più o meno, sugli stessi livelli ma condizionato dall’errore, Erino Jet ha approcciato con prudenza ed ha margini di miglioramento. Si muove bene Enoc Capar, per modello, che però sembra ancora piuttosto acerbo.

6° CORSA:
Che rebus! Tranne il veloce Didier Cup che ha ottenuto quattro piazzamenti apprezzabili di seguito e che sembra maturo per un primo piano, gli altri sono tutti vicini nella valutazione. Inseriamo Don Camillo Jet e Duca Dan che possono sfruttare le rispettive posizioni favorevoli, poi Denny Francis che, pur sbagliando, ha mostrato di possedere un discreto potenziale. Non è dispiaciuta Dea Leone Ff nelle ultime due esibizioni, Doha può migliorare parecchio rispetto al dispendioso rientro. Dorella Caf, Domino e Druso Nero Gpd hanno fatto intravedere qualcosa di sufficiente.

7° CORSA:
TQQ: Acquamarina Ross è un po’ lenta al via ma non ci sono dubbi riguardo alla forma e all’adattabilità al metraggio. Zio Carlo Jet e Turgon sono soggetti di spessore, alla ricerca della condizione migliore che potrebbero ritrovare nella circostanza, fanno parte del novero dei migliori, insieme al rientrante Bye John Truppo, temibile se già pronto. Athos Sco è potente e in grado di figurare, anch’esso a suo agio sulla distanza. Ufficio Jet ha corso proprio bene l’ultima ma era in prima fila, Bogota Tor potrebbe inserirsi ma è troppo remissivo, pigro, Zattera Jet, Ziko Ek e Visco Jet grosse sorprese.

1° CORSA:
3 Bayron Rl+++
4 Bob Marley Jet
2 Bruno del Brenta++
6 Borbone Dvs+

2° CORSA:
9 Cars dei Daltri+++
4 Caseri
3 Coltrane Run++
1 Chopin Grif
5 Cosmo Lux+

3° CORSA:
6 Big Jim Lf+++
5 Boko
3 Bella Ciao++
8 Belvolo
7 Baldwin+

4° CORSA:
1 Dakota+++
11 Duna di Girifalco
7 Duriba Jet++
10 Devil Red Selfs
5 Dea Ors+
8 Derek Ido

5° CORSA:
3 Ernest Jet+++
1 Eolo Fks
5 Krakatoa Bar ( F )++
4 Esteban Truppo
9 Elton Grif+
10 Erino Jet

6° CORSA:
12 Didider Cup+++
2 Don Camillo Jet
1 Duca Dan++
9 Denny Francis
6 Dea Leone Ff+
15 Doha

7° CORSA:
5 Acquamarina Ross+++
13 Zio Carlo Jet
14 Turgon++
8 Bye John Truppo
6 Athos Sco+
11 Ufficio Jet

A riguardo Emilio Migliaccio 221 articoli
Classe '71, ex driver, dal 2012 è il corrispondente da Napoli per Trotto & Turf. Collabora come opinionista con Ippodromi Partenopei ed Ippodromi Meridionali.